News n.41 del 28 febbraio 2014

News n.41

Sommario Caos Bilanci – Nuovi adempimenti per patto a danno o a favore dei comuni riuniti in Convenzione; TASI IUC Notizie sull’evoluzione; Un’ipotesi regolamento TASI ; Giurisprudenza : Potere di autotutela ( V.ITALIA) Dalle ordinanze per i rifiuti a lle ordinanze per Uffici Postali ( Commento del Collega Max Alesio) alle farmacie e alle Canne fumarie

 

News n.40 del 27 febbraio 2014

news 40

Sommario Acconto fondo solidarietà ; RGS: Patto di stabilità interno 2014 – Comuni ANCI: Fondi europei – Cittalia pubblica la guida sulla programmazione 2014-2020 il processo di “reinternalizzazione” del personale in servizio presso un organismo partecipato Incremento del fondo risorse decentrate ex articolo 15, comma 5, CCNL 1° aprile 1999 La Corte dei Conti, sezione regionale Lombardia, con la deliberazione n. 90/2014/PAR del 20 febbraio 2014, risponde al seguente quesito: “se sia da considerare nuova assunzione ai sensi art. 76 comma 7 DL 112/2008 e quindi da computare nei relativi vincoli assunzionali del 40% delle cessazioni intervenute negli anni precedenti, il reintegro in servizio, proposto dal Giudice del Lavoro in sede di tentativo obbligatorio di conciliazione, di un ex dipendente a tempo indeterminato, con inquadramento in posizione inferiore rispetto a quella ricoperta al momento della riorganizzazione, che aveva comportato la messa in disponibilità̀ e la cessazione del rapporto di lavoro al termine del biennio di collocamento”. Le concessioni di pubblico servizio devono essere affidate sempre con procedure ad evidenza pubblica ;Sono soggetti a pubblicazione anche gli incarichi di patrocinio difensivo dell’ente? di Alberto Bicocche Avvocato presso la Procura Regionale Corte dei conti PugliaNecessaria un clausola contrattuale ad hoc per estendere il servizio  – SOLE 24 OREL’appalto all’offerta economicamente più vantaggiosa e le due commissioni www.appaltiecontratti.it  Secondo il TAR, è ormai pacifico (quanto meno dalla Comunicazione Interpretativa della Commissione europea 2000/C 121/02 sulle concessioni nel diritto comunitario) che le concessioni di pubblico servizio debbano essere affidate sulla base di procedure competitive nel rispetto dei principi di trasparenza, parità di trattamento e non discriminazione (cfr., con riferimento al servizio di distribuzione del gas, C.G.C.E., 17 luglio 2008, C-347/06).

 

News n.39 del 26 febbraio 2014

 

Sommario Ministero dell’´economia e delle finanze: Aggiornamento dei coefficienti per la determinazione del valore dei fabbricati di cui all’articolo 5, comma 3, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504, Relazione di fine mandato: nessun differimento per la sottoscrizione ( poi arriverà) ANCI: Destinazione Italia – Approvazione definitiva conferma proroga gare gas e introduce anticipo oneri di gara ai Comuni; Decreto Milleproroghe, tempi stretti: arriva anche il taglio al fondo p.a.; Gestione disciplinare pubblico impiego – un caso di disobbedienza. Strumenti: Nota per progettazione interna

Continua a leggere

News n. 38 del 25 febbraio 2014

NEWS DEL GAUDENS 38

Sommario Renzi, il Senato dà la fiducia Dalla riduzione del cuneo fiscale ai debiti della p.a. fino al pubblico impiego: il programma di Renzi per punti. Oggi il voto di fiducia alla Camera Un Articolo di L.OLIVERI Matteo Renzi ha rilanciato il tema della dirigenza “solo a tempo determinato”, già accennato nella sintesi del Jobs Act, anche nel discorso pronunciato al Senato (chiamarlo “programma” appare eccessivo), per ottenere la fiducia. I segretari comunali e provinciali, per effetto delle riforme Bassanini, che con riferimento agli enti locali si sono cristallizzate nel d.lgs 267/2000, sono soggetti ad un intensissimo spoil system. I segretari comunali da figura di garanzia della legittimità amministrativa negli enti locali, derivante, ante riforma, dalla loro posizione di terzietà, sono passati a diventare longa manus di sindaci e presidente della provincia. Da garanti della legittimità, mediante pareri ed attuazione delle delibere, a silenti trasmettitori del volere politico, al di là dei problemi di legittimità, trasferiti ai dirigenti operativi. E, questo, nonostante recenti tentativi di riproporli come garanti della legittimità e dell’anticorruzione: troppo forte il vincolo con i sindaci, per consentire loro di avanzare osservazioni anche verso le iniziative più illegittime, come quella narrata dalla sentenza della Corte dei conti. Infatti, il segretario provinciale non ha battuto ciglio nei confronti delle decisioni della giunta Renzi. Il capo di gabinetto nelle amministrazioni locali è una figura non contemplata dall’ordinamento. E’ prevista mediante regolamenti di organizzazione da alcune grandi amministrazioni, con parecchi dubbi di legittimità. Comunque, anche per questo, si tratta d’incarichi spesso remunerati oltre i tetti massimi contrattuali retributivi e connessi alla durata, ovviamente del presidente. I capi di gabinetto degli enti locali, dunque, non hanno molto interesse, come i segretari, a “disturbare il manovratore”. legge di stabilità e nuova “riscrittura” dei tributi comunali: l’imposta municipale propria Autorizzazione dello straordinario elettorale Queste le indicazioni dell’ARAN, in merito, espresse con orientamento RAL_1637: “ 31 Marzo : l’opportunità dei Piani di razionalizzazione Rimborsi spese di viaggio per dipendenti ed amministratori  – Giurisprudenza : Orari servizi pubblici

News n. 37 del 24 febbraio 2014

News n.37

Sommario Nella legge di conversione del D.L. 151/2013 la Commissione bilancio del Senato ha riscritto la disciplina della relazione di fine mandato Nella circolare n. 2/E del 21 febbraio 2014 l’Agenzia delle Entrate fornisce istruzioni e chiarimenti sulla modifica alla tariffa 1 allegata al DPR 131/1986 (TU Registro) Deliberazione Corte dei Conti – sez. regionale di controllo per il Piemonte 19/2/2014 n. 36/PAR Enti locali – Beni patrimoniali – Possibilità di attribuzione in favore di privati a titolo gratuito – Finalizzazione del bene rispetto allo svolgimento di un servizio pubblico o di interesse generale – GIANLUCA ANTONIO PELUSO L’usucapione pubblica(nota a T.A.R. Sicilia – Palermo, sez. III, sent. 27 gennaio 2014, n. 333) ;TAR CAMPANIA – NAPOLI, SEZ. I – sentenza 21 febbraio 2014 n. 1144 –  Uffici legali degli enti pubblici – Previsione di una situazione di indipendenza e  connessione unicamente con il vertice decisionale dell’ente stesso – Necessità – Sussiste.

New n.36 del 21 febbraio 2014

News n. 36

Sommario Relazione di fine mandato con tempi meno stretti: si attende la fine dell’iter per il Salva-Roma Entro il 2015 va riformato il regolamento di contabilità Con parere dell’11 febbraio 2014 n. RAL_1679_Orientamenti Applicativi l’ARAN risponde alla seguente domanda posta da un comune:E’ possibile finanziare l’indennità di specifiche responsabilità, di cui all’art.17, comma 2, lett.f), del CCNL dell’1.4.1999, come modificato dall’art. 36 CCNL 22.1.2004 e dall’art. 7 CCNL 9.5.2006), con le risorse derivanti dall’applicazione dell’art.15, comma 5, del medesimo CCNL dell’1.4.1999 Continua a leggere

News n.35 del 20 febbraio 2014

news 35

Sommario Destinazione Italia è legge, via libera del Senato. Anche bonus libri e stop alle cartelle esattoriali d’imprese creditrici con la p.a. TASI si può versare in autoliquidazione. Altri chiarimenti IUC  venerdì 14 febbraio 2014 il regolamento del Ministro dell´Economia e delle Finanze, che disciplina il processo tributario telematico, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, serie generale, n. 37 La Legge di Stabilità 2014 introduce per le Pubbliche Amministrazioni il divieto di attribuire l’assegno “ad personam” al dipendente interessato da un passaggio di carriera o di ruolo Enti locali – La Corte dei Conti – sez. di controllo della Lombardia con la Delibera n. 43/2014 si è pronunciata in merito al quesito formulato da un Comune volto a sapere se l’Ente locale possa legittimamente deliberare al fine di esentare i cittadini dal pagamento dell’IMU di cui al D.L. n. 133/2013, Continua a leggere

News n.34 del 19 Febbraio 2014

 

34 NEWS

Sommario ANAC: L´Autorità Nazionale Anticorruzione ha pubblicato sul proprio sito istituzionale, nella sezione “Trasparenza”, le FAQ sull´applicazione del d.lgs. n. 33/2013 in materia di trasparenza amministrativa RGS: Patto di stabilità interno – Enti locali – Circolare esplicativa del patto di stabilità interno 2014-2016 per le province e i comuni con popolazione superiore a 1.000 abitanti Delega fiscale e nuovo catasto a un passo dal sì definitivo Analisi delle incredibili imprecisioni di Sergio Rizzo pubblicate sul Corriere di Luigi Oliveti Giurisprudenza CONSIGLIO DI STATO, SEZ. IV – sentenza 17 febbraio 2014 n. 744 – 1. Contratti della P.A. – Bando e lettera d’invito – Clausola che prevede esclusioni per omessa presentazione di talune dichiarazioni o documenti – Non è, ex se, immediatamente lesiva e quindi immediatamente impugnabile. CONSIGLIO DI STATO, SEZ. IV – sentenza 17 febbraio 2014 n. 736 – 1. Contratti della P.A. – Gara – Requisito della moralità professionale – False dichiarazioni al riguardo – Costituiscono in generale causa di esclusione dalla gara – Omessa dichiarazione circa: a) le condanne per le quali sia intervenuta la riabilitazione ex art. 178 c.p. con pronuncia dichiarativa del tribunale di sorveglianza; b) le pronunce di patteggiamento per le quali sia decorso il prescritto periodo di tempo (dei cinque anni o due anni rispettivamente per delitti o contravvenzioni) senza che l’imputato abbia commesso altro reato della stessa indole – Non comporta esclusione – SCADENZE

News n.33 del 18 febbraio 2014

NEWS N.33 DEL 18 FEBBRAIO

Sommario Attualità  Chiarimenti sulla predisposizione della relazione di fine mandato Fonti rinnovabili: pubblicate le procedure di controllo sugli impianti per la verifica dei requisiti per il riconoscimento degli incentivi  Fonti rinnovabili: pubblicate le procedure di controllo sugli impianti per la verifica dei requisiti per il riconoscimento degli incentivi  Giurisprudenza TAR TOSCANA, SEZ. III – sentenza 11 febbraio 2014 n. 288 – Edilizia ed urbanistica – Permesso di costruire – Rinuncia – Domanda di restituzione degli oneri concessori – Nota del Comune che condiziona la restituzione alla rimessione in pristino dell’area interessata (nella quale sono stati realizzati significativi sbancamenti) – Ancora sulle incertezze ( che non dovrebbero esistere sui limiti d’accesso dei Consiglieri comunali) L’art. 43 d.lgs. 267/2000, nella sua chiarezza espositiva, è ispirato alla ratio di garantire ai rappresentanti del corpo elettorale l’accesso ai documenti e alle informazioni utili all’espletamento del loro mandato (munus publicum) anche al fine di permettere e di valutare, con piena cognizione, la correttezza e l’efficacia dell’operato dell’Amministrazione, e di esprimere un voto consapevole sulle questioni di competenza del consiglio, onde promuovere, anche nell’ambito del consiglio stesso, le iniziative (interrogazioni, interpellanze, mozioni, ordini del giorno, deliberazioni) che spettano ai singoli rappresentanti del corpo elettorale locale: si configura come peculiare espressione del principio democratico dell’autonomia locale e della rappresentanza esponenziale della collettività. I documenti e le informazioni possono essere frutto di un’attività istruttoria degli uffici al fine di relazionare su una determinata “materia o affare”, con la conseguenza che tale diritto può anche consistere nella pretesa che gli uffici dell’Amministrazione, interpellati al riguardo, eseguano elaborazioni dei dati e delle informazioni in loro possesso in evidente contrapposizione al divieto di elaborazione previsto dalla L. n. 241/1990, ancora sull’articolo 42 bis Espropriazioni ( in attesa della Consulta)

News . 32 del 17 febbraio 2014

NEWS 32 DEL 17 FEBBRAIO

Sommario Attualità  Chiarimenti sulla predisposizione della relazione di fine mandato  – Sul procedimento di raccolta delle firme per presentazione Liste  Consiglio di Stato, Sez. V – Sentenza 13 febbraio 2014, n. 715 G.U. ; il regolamento del processo tributario telematico ; Le Entrate sono intervenute sulle modifiche normative apportate dalla legge di Stabilità 2014 alla mediazione tributaria. ; ANCI  NOTA INTERPRETATIVA Aggiornamento per l’annualità 2014 Ripartizione dei proventi delle multe stradali in attesa dell’emandando Decreto Interministeriale di cui all’art. 25 comma 2 della legge 29 luglio 2010, n. 120. a cura dell’Area Infrastrutture, Sicurezza e Protezione Civile ; Corte dei conti, è tempo di riforme e capacità nuove. All’inaugurazione dell’a.g. 2014 il pg Nottola lancia l’allarme “impunità” per gli sprechi nelle partecipate-  NEWS Leggi e Prassi – Giurisprudenza TAR SARDEGNA, SEZ. I – sentenza 14 febbraio 2014 n. 147 – Giustizia amministrativa – Risarcimento dei danni – Da mancata aggiudicazione di una gara di appalto – Nel caso di insussistenza della certezza di aggiudicazione in favore della ditta non vittoriosa in ipotesi di rinnovazione della gara stessa – Domanda – Quantificazione correlata al “margine aziendale” che sarebbe conseguito dall’aggiudicazione – Impossibilità – Valutazione soltanto quale danno da perdita di “chance” – Necessità – Quantificazione del danno – Criteri – Individuazione. TAR LAZIO – ROMA, SEZ. III TER – sentenza 4 febbraio 2014 n. 1358 – 1. Atto amministrativo – Generalità – Comunicazioni della P.A. a mezzo posta elettronica – Validità – Fattispecie.2. Concorso – Prove scritte – Istanza di accesso agli elaborati di tutti i concorrenti – Piuttosto che ad una percentuale di essi – In modo da poter commissionare una consulenza finalizzata ad evidenziare “l’eventuale illogicità e contraddittorietà nella valutazione della commissione” – Non può essere accolta – Ragioni.1. Una risposta della P.A. a mezzo posta elettronica costituisce idonea manifestazione di volontà dell’Amministrazione, specie nel caso in cui l’utilizzo dello strumento informatico, quale mezzo di comunicazione, sia stato prescelto dall’istante (nella specie l’istante aveva inviato l’istanza di accesso attraverso la posta elettronica e, in più occasioni, aveva risposto alle comunicazioni provenienti dall’Amministrazione con lo stesso mezzo) TAR Campania-Napoli, Sentenza 24/01/2014 n.581 TESORERIA COMUNALE Inutile richiedere la dichiarazione disgiunta dell’iscrizione all’albo e dell’autorizzazione per l’attivita’ di intermediazione creditizia in sede di gara per la tesoreria.

 

News n.31 del 14 febbraio 2014

31  Sommario Attualità  Chiarimenti su relazione di fine mandato;6000 Campanili seconda fase ¸indicazioni per Autorizzazione Unica Ambientale ( AUA Legge) – Bilanci 2014 e TASI caos – Pareri : Malattia segretario comunale; inizio procedimento amministrativo Novità legislative Giurisprudenza CONSIGLIO DI STATO, SEZ. V – sentenza 11 febbraio 2014 n. 661 Nelle gare ad evidenza pubblica, per quanto attiene alla valutazione delle offerte da parte della commissione di gara, il punteggio numerico assegnato ai singoli elementi di valutazione dell’offerta integra una sufficiente motivazione quando l’apparato delle voci e sottovoci prestabilito dalla disciplina della procedura, con i relativi punteggi di soglia, sia sufficientemente articolato, chiaro ed analitico da delimitare adeguatamente il giudizio della commissione nell’ambito di un minimo e di un massimo, e da rendere con ciò comprensibile l’iter logico seguito in concreto nel valutare le singole posizioni in applicazione di puntuali canoni predeterminati, permettendo così di controllarne la logicità e la congruità: onde solo in difetto di questa condizione si rende necessaria una motivazione del punteggio attribuito (1).

News n.30 del 13 febbraio 2014

30

Sommario Attualità  Disegno di Legge Del Rio – Iter; CARLA D’ALTERIO Interferenza tra procedimento disciplinare e procedimento penale: conferma del divieto di ogni automatismo ma formalità del procedimento disciplinare a seguito di condanna penale comportante interdizione dai pubblici uffici; Corte conti Lombardia; sempre in materia di incentivi per la progettazione. Continua a leggere

Stupefacenti – Corte costituzionale boccia legge Fini Giovanardi

Dal Sole 24 Ore

Corte Costituzionale “boccia” la legge Fini-Giovanardi che equipara droghe leggere e pensanti: nella norma di conversione furono inseriti emendamenti estranei all’oggetto e alle finalità del decreto. Con la decisione rivive la legge Iervolino-Vassalli come modificata da referendum del ’93, che prevede pene più basse per le droghe leggere.

La Corte costituzionale, nella odierna Camera di consiglio – si legge nel comunicato integrale della Consulta – ha dichiarato l’illegittimità costituzionale – per violazione dell’articolo 77, secondo comma, della Costituzione, che regola la procedura di conversione dei decreti-legge degli artt. 4-bis e 4-vicies ter del Dl 30 dicembre 2005, n. 272, come convertito con modificazioni dall’art. 1 della legge 21 febbraio 2006, n. 49, così rimuovendo le modifiche apportate con le norme dichiarate illegittime agli articoli 73, 13 e 14 del d.P.R. 9 ottobre 1990, n. 309 (Testo unico in materia di stupefacenti). Continua a leggere

News n.27 del 10 febbraio 2014

27 news    SommarioAttualità News del legislatore . Controllo su documenti informatici Alla luce della più recente e preferibile giurisprudenza amministrativa, il T.A.R. Roma chiarisce i presupposti in presenza dei quali ricorre una “violazione grave definitivamente accertata”, ai sensi dell’art. 38 comma 1, lett. i), del Codice dei contratti pubblici. Determinazione Aut. vig. sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture 15/1/2014 n. 1 Linee guida per l’applicazione dell’art. 48 del d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163 Continua a leggere

News n.25 del 6 febbraio 2014

NEWS 25

Sommario Attualità Bilancio al 30 aprile Dottrina– presupposti di legittimità per il ricorso ad incarichi di collaborazione; scorrimento graduatorie; Aran Risposte su LSU ; ancora su incentivo progettazione ( condanna della corte dei conti per illegittima erogazione dell’incentivo; Strumenti: una bozza di regolamento per incompatibilità dipendenti pubblici

News n. 24 del 5 febbraio 2014

24 NEWS

Sommario  Attualità A.BIANCO Le nuove assunzioni ed il tetto alla spesa del personale; USAI Le modifiche al codice degli appalti apportate dalla legge di stabilità e le nuove proroghe previste dalla legge di conversione del d.l. 150/2013 (decreto milleproroghe)  Trasmissione alla Corte Costituzionale Ordinanza su Articolo 42 bis del Testo Unico sull’espropriazione ;Sulle posizioni organizzative ( Stralcio) Giurisprudenza attestazione di sopralluogo deve essere valutata, quale legittima prescrizione di gara, alla luce del principio di tassatività delle cause di esclusione, consacrato dall’articolo 46, comma 1-bis del Codice dei contratti pubblici (d.lgs. 163/2006). Infatti, nel nuovo sistema, la stazione appaltante non può introdurre incombenze non qualificabili come “essenziali” nei bandi di gara. Pertanto, l’ulteriore prescrizione imposta dal bando, sotto forma di “attestazione pubblica” del sopralluogo, a seguito di accompagnamento sui luoghi dal tecnico comunale (ammessa solo in determinate date e previo appuntamento), imprime alla partecipazione un limite non tollerabile con il principio del favor partecipationis” ( Commento di ALESIO); Continua a leggere

News n.23 del 4 febbraio 2014

23 NEWS

Sommario Attualità Continuano incertezze su IUC di Stefano Baldoni – Responsabile area economico-finanziaria Comune di Corciano– Membro Osservatorio tecnico Anutel. IL CUG – A.Monea la Gestione in forma associata  Il danno erariale desumibile da procedure di verticalizzazioni (da D1 a D3) non conformi alla normativa e al contratto. La procedura disposta per attuare la progressione verticale in argomento è avvenuta in violazione dell’art. 4 CCNL Enti Locali del 31.03.1999 che prevede, ove ricorrano posti vacanti all’interno della dotazione organica, procedure selettive. Enti locali – Limiti alle transazioni degli enti pubblici – Disponibilità dei diritti oggetto della transazione – Discrezionalità amministrativa – Necessità di reciproche concessioni ai fini della sussistenza di una transazione – Potere sanzionatorio e misure afflittive. È escluso che possano concludersi accordi transattivi con la parte privata destinataria degli interventi sanzionatori dell’amministrazione. Giurisprudenza Due interessanti sentenze in materia di mobilità (di cui una della Consulta) Continua a leggere

Elettorale – Modelli utili per revisione liste elettorali

Sul sito del ministero dell’Interno sono stati pubblicati due modelli utili alla tenuta delle liste elettorali.

Rilevazione delle sezioni elettorali e degli iscritti nelle liste elettorali al 31 dicembre 2013 insieme alla rilevazione delle variazioni apportate alle liste elettorali con la prima revisione dinamica del 2014 da effettuarsi nel mese di gennaio: a disposizione ci sono i modelli del Viminale.

Il ministero dell’Interno, attraverso il Dipartimento per gli affari interni e territoriali – Direzione centrale dei servizi elettorali – infatti gestisce, archivia e produce pubblicazioni sulla rilevazione del corpo elettorale residente in Italia e all’estero, compiuta semestralmente dai Comuni nelle date prefissate del 30 giugno e del 31 dicembre di ogni anno. A queste seguono le rilevazioni dinamiche al 31 gennaio e al 31 luglio.

modello_g114

mod_g_dn_114_1(1)

mod_g_dn_114_1

Assistenza sociale – Assegno per nucleo familiare

Circolare numero 4 del 15-01-2014INPS: Circolare n. 4 del 15 gennaio 2014. – Assegno per il nucleo familiare con almeno tre figli minori concesso dai Comuni – Art. 65 legge n. 448/1998 modificato dall´art. 13 legge n.97/2013. Estensione del diritto all´Assegno per il nucleo familiare con almeno tre figli minori ai cittadini di Paesi Terzi che siano soggiornanti di lungo periodo.

Con la presente circolare vengono illustrate le modifiche apportate all´art.65 della legge n.448/98 dall´art.13, comma 1, della legge n.97/2013 in riferimento all´estensione ai cittadini di Paesi Terzi che siano soggiornanti di lungo periodo del diritto all´Assegno per il Nucleo familiare erogato dai Comuni di residenza per i nuclei familiari con almeno tre figli minori.

Equitalia – definizione agevolata

l 28 febbraio è il termine ultimo per definire, in maniera agevolata,  i debiti che risultano dai  ruoli (e non dalle cartelle di pagamento) emessi dagli uffici dello Stato, dalle agenzie fiscali, dalle regioni e dai comuni ed affidati all’Agente della riscossione entro il 31.10.2013

Il presente articolo rappresenta un aggiornamento alla circolare 20/1/2014, n. 37, di Equitalia, trattato esaustivamente nel volume firmato dall’autore con Caterina Dall’Erba, “Guida alle cartelle di pagamento“, in corso di pubblicazione per Maggioli Editore.

Le somme richieste: sono oggetto della definizione i ruoli emessi da uffici statali, agenzie fiscali, regioni, provincie e comuni affidati a Equitalia in riscossione fino al 31.10.2013. Gli “uffici statali” sono riferiti agli “gli uffici dell’Amministrazione in senso stretto, vale a dire soltanto ai Ministeri” per cui non rientrano gli uffici di enti pubblici statali, quali quelli previdenziali “(comunicato 28.2.2003 dell’Agenzia delle entrate).

Le somme disponibili per la sanatoria: sono incluse le imposte, le tasse e i tributi nazionali e locali e le sanzioni amministrative. Al fine di agevolare la ricognizione delle pendenze che possono essere oggetto della definizione agevolata, nell’allegato 1 alla circolare 20.1.2014, n. 37, di Equitalia sono indicati i codici degli uffici statali, delle Agenzie fiscali, delle Direzioni regionali, delle Regioni, delle Provincie e dei Comuni (o loro unioni).

Scadenza: entro il 28.2.2014 va fatto l’integrale pagamento delle somme dovute. Il versamento insufficiente o tardivo inibisce di fruire del beneficio.

Le somme:

a)     sono dovute: importo scritto a ruolo a titolo pretesa, sanzioni, aggio di riscossione e rimborsi spese previsti dall’art. 17 del D.Lgs. 13.4.1999, n. 112;

b)     sono azzerate:

  • interessi iscritti a ruolo ai sensi dell’art. 20 del D.P.R. 29/9/1973, n. 602, che si applicano “sulle imposte e sulle maggiori imposte dovute sulle imposte o sulle maggiori imposte dovute in base alla liquidazione ed al controllo formale della dichiarazione ad all’accertamento d’ufficio “a partire dal giorno successivo a quello di scadenza del pagamento e fino alla data di consegna all’agente della riscossione dei ruoli nei quali tali imposte sono iscritte;

  • interessi di mora di cui all’art. 30 del D.P.R. 29/9/1973, n. 602, che, decorso inutilmente il termine per eseguire il pagamento (cioè 60 giorno dalla data della notifica della cartella di pagamento), si applicano sulle somme iscritte a ruolo, esclusi gli interessi e le sanzioni, “a partire dalla data della notifica della cartella e fino alla data del pagamento “al tasso determinato annualmente con apposito D.M. (attualmente, a decorrere dal 1.5.2013, al tasso del 5,2233% annuo, per effetto del Provvedimento 4.3.2013).

Avvertenze:

a)     sono escluse dalla sanatoria le somme derivanti da sentenze di condanna della Corte dei Conti (vedasi l’allegato 2 alla circolare suddetta);

b)     non sono considerati interessi le maggiorazioni previste dall’art. 27, sesto comma, della L. 24.11.1981, n. 689, secondo cui il ritardato pagamento delle somme dovute a seguito di violazioni del codice della strada irrogate a titolo di sanzioni da parte degli organi accertatori dei comuni comporta la maggiorazione di 1/10 in ragione semestrale. Pertanto, la definizione ha per oggetto soltanto gli interessi di mora;

c)      non è possibile definire le somme che sono state affidate in riscossione a soggetti diversi da Equitalia;

d)     sono esclusi dalla sanatoria l’avviso di recupero emesso dall’INPS ai sensi dell’art. 30 del D.L. 31.5.2010, n. 78, nonché i ruoli emessi dall’INPS e dall’INAIL relativi, rispettivamente, ai contributi previdenziali e assistenziali e ai premi assicurativi.

Oggetto della definizione:

a)     ruoli affidati in carico a Equitalia fino al 31.10.2013, anche se le cartelle di pagamento non sono state ancora notificate;

b)     avvisi di accertamento esecutivi dalle Agenzie fiscali cioè quelli di cui all’art. 29 del D.L. 31.5.2010, n. 78, per imposte sui redditi, addizionali e imposte sostitutive, IVA e IRAP emessi dall’Agenzia delle entrate e all’art. 9 del D.L. 2.3.2012, n. 16, emessi dall’Agenzia delle dogane.

Parti attive della procedura: l’iniziativa è del solo debitore che deve autoliquidare l’importo da versare. Tuttavia, Equitalia può fornire l’estratto di ruolo (che comprende anche le somme per le quali non è stata ancora notificata la cartella di pagamento) entro il terzo giorno successivo alla richiesta.

Adempimenti del debitore:

a)     individuare i ruoli presi in carico da Equitalia entro il 31.10.2013 (anche se non ha ricevuto la cartella di pagamento) sulla base dell’estratto di ruolo rilasciato dalla stessa;

b)     determinare la somma dovuta annullando la pretesa per interessi per dilazione di pagamento e per interessi di mora;

c)      eseguire il pagamento integrale di quanto dovuto entro il 28.2.2014 presso gli sportelli di Equitalia “ovvero avvalendosi, cartella per cartella, del bollettino postale Modello F35 (1 cartella = 1 bollettino), avendo cura, in tal caso, di annotare sul fronte dello stesso, nello spazio intestato “eseguito da “, la dicitura “DEFINIZIONE RUOLI – L.S. 2014”.

Piani di pagamento rateale in corso: è ammessa la definizione del debito (escluse le somme pretese non definibili quali, ad esempio, i contributi INPS, i premi INAIL, ecc.) presso Equitalia che, necessariamente deve essere coinvolta per conoscere l’entità della somma dovuta, anche per escludere dal computo gli importi relativi al calcolo residuo degli interessi di dilazione.

Adempimenti di Equitalia

a)     rilasciare, su richiesta, l’estratto di ruolo con l’indicazione della data di ricevimento dei ruoli in carico al 31.10.2013;

b)     rendere note le modalità da seguire per effettuare il pagamento;

c)      informare il debitore che ha versato tempestivamente e correttamente l’importo dovuto, avendo estinto il debito;

d)     predisporre, entro il 30.6.2014 l’elenco dei debitori che hanno eseguito i versamenti, trasmettendolo agli enti creditori;

e)     sospendere la procedura di riscossione fino al 15.3.2014;

f)       contattare i contribuenti che vantano crediti verso la pubblica amministrazione ma che hanno debiti di ammontare superiore a € 10.000, per interessati dall’art. 48-bis del D.P.R. 29.9.1973, n. 602, per segnalare l’opportunità di saldare quanto dovuto e per permettere alla pubblica amministrazione di saldare il proprio debito.

News n.22 del 3 febbraio 2014

NEWS 22

Sommario Attualità DURC circolare n. 16 del 30 gennaio 2014 fornisce istruzioni per il rilascio del DURC in presenza di certificazione – rilasciata tramite la Piattaforma per la Certificazione dei Crediti (PCC) – che attesti la sussistenza e l’importo di crediti certi, liquidi ed esigibili vantati nei confronti delle pubbliche amministrazioni di importo almeno pari agli oneri contributivi accertati e non ancora versati. F24 Comunicazione Agenzia delle Entrate. Nomina Responsabile IUC Fra gli adempimenti posti a carico degli enti locali, la Legge di Stabilità 2014 (Legge 27 dicembre 2013, n. 147), ha previsto la nomina del funzionario responsabile I.U.C., In particolare il comma 692 dispone: “Il comune designa il funzionario responsabile a cui sono attribuiti tutti i poteri per l’esercizio di ogni attività organizzativa e gestionale, compreso quello di sottoscrivere i provvedimenti afferenti a tali attività, nonché la rappresentanza in giudizio per le controversie relative al tributo stesso”. Continua a leggere